Reminders

Reminders

Reminders – Alternative Rock/Metal

reminders-profilo

Componenti del gruppo
Voce e chitarra ritmica Ludovica Trinx
Chitarra solista e ritmica Simone Vitellaro
Basso Luca Di Benedetto
Batteria Mattia Ruggeri
Informazioni

La storia

Luca e Mattia, rispettivamente bassista e batterista, dopo una piccola esperienza con un gruppo distruttosi per incongruenze musicali con l’allora cantante, decisero di intraprendere un nuovo progetto, con la speranza di trovare un chitarrista talentuoso che potesse soddisfare la loro voglia di rock. Durante l’estate 2012, i due giovani trovarono nel buon Simone, loro amico, lo spirito adatto alla realizzazione di questo progetto. Al gruppo mancava, tuttavia, ancora una voce potente e grintosa che potesse fronteggiare senza timore canzoni di un certo spessore. Caso fu che Ludovica, compagna di classe di Mattia, fosse in cerca di un gruppo in cui dar prova del suo talento. Così, un giorno d’estate, dopo i corsi di recupero di matematica, i Reminders provarono per la prima volta con la loro nuova cantante, la quale stupì i tre ragazzotti per il suo particolare timbro e tecnica nell’affrontare il brano “Rock and Roll” dei Led Zeppelin. La prova fu così convincente che circa un’ora dopo i Reminders avevano già reso Ludovica una di loro! Da quel momento i quattro provarono e riprovarono, affinando la loro intesa e tecnica fino alla data del 31 Ottobre 2012, quando si esibirono nel loro primo concerto, presso il locale Tropicana. Seguirono live in altri piccoli club milanesi (Area 21, Tocqueville ecc..) TROPICANA  AREA 21  TOCQUEVILLE

Inediti

Arrivò l’inverno, e tra il freddo e il gelo i giovani iniziarono a sentire il bisogno di creare qualcosa di personale ed originale: dei brani inediti. Così, durante le vacanze di Natale, Luca invitò gentilmente tutti a passare intere giornate al tepore della sua taverna alla ricerca di idee musicali. Ecco che i primi abbozzi nacquero. Passarono i mesi, e il numero di inediti lievitò, come anche i live. I quattro musicanti si resero conto della necessità di una seconda chitarra. In pochi giorni Ludovica convinse un suo amico strimpellatore, di indubbia qualità, ad unirsi al gruppo. Nel giro di qualche prova Federico venne accettato unanimemente.
Dopo aver sperimentato nuovi live con il fresco componente (Sacrestia, The Mask, Black Drop ecc..), i Reminders decisero di partecipare per la prima volta ad un contest per band emergenti, presso il locale Black Hole. Fu con loro grande sorpresa che si ritrovarono ad occupare la prima posizione e a vincere la registrazione in studio dei loro primi due brani. BLACK DROP  Ecco che cominciò per i Reminders un periodo avverso. Federico decise di dedicarsi ad altri generi, e come era entrato nel progetto, così ne uscì. Conseguentemente il gruppo rallentò i ritmi, pur continuando ad esibirsi (Centrale Rock Pub, Scatafashow, TNT…).
L’esperienza in studio si rivelò un gradino importante da valicare – il metronomo fu un duro avversario – ed è proprio per questo che i ragazzi dovettero fronteggiare una serie di incertezze e difficoltà. Per di più, un genere personale della band cominciava a plasmarsi, e non tutti erano inclini a proseguire la strada nella direzione cui tendeva. Fu così che, molto duramente, dopo un anno di titubanza, Mattia salutò i suoi compagni, e si diresse verso un mondo che più gli si addiceva: il blues. Senza difficoltà e dopo poco tempo, fortunatamente, i Reminders trovarono qualcuno che potesse rimpiazzare meritatamente il pilastro mancante. Caso volle che il nuovo batterista si chiamasse, ancora , Mattia.
Ecco che si ripartì alla grande! Nuove esibizioni (Magic Lantern, Isa Monza..), nuovi brani, ma soprattutto la partecipazione ad Emergenza Live Music Festival. Superate la prima fase al Legend Club (11/02/2016), e la seconda fase al Tunnel Club (06/05/2016), i Reminders si batterono nella finale contro band provenienti da tutta Italia, sul prestigioso palco dell’Alcatraz (02/07/2016).
Attualmente i Reminders stanno lavorando per la pubblicazione del loro primo album, Chinese Box. Attraverso un genere personale e nuovo, essi sono determinati e caparbi a diffondere in maniera sana una musica portavoce di idee. Perché la musica va ascoltata, non solo sentita.

Music Play
[sz-youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=jalgdHQG5xQ” responsive=”Y” /]
Collegamenti:
Pagina FB
Canale Youtube